attenzione: e'possibile ascoltare la diretta dal nuovo programma cliccando la casella:diretta nuovo programma

Ringraziamo ancora una volta il Signore per la guida che Egli da al suo servo fratello Frank nel proclamare la reale Parola di Dio. Siamo grati che nella predicazione del 06 Novemre 2011 egli mette in chiaro, riferendosi anche a ciò che il fratello Branham disse,  che secondo Efesini 4:11 i ministeri devono avere una chiamata da Dio e non possono essere eletti dalla chiesa come gli anziani o i diaconi, ma il fratello Frank dice più volte "è Lui che ha dato, è Lui che ha dato", riferendosi appunto a ciò che è scritto in Efesini 4:11, il fratello Frank sottolinea espressamente che anche il ministero di Pastore deve essere Dio che lo da, perchè rientra nei 5 ministeri, ripetendo per due volte che un pastore non può essere eletto dalla chiesa. Dio sia ringraziato per questa ulteriore conferma che il prezioso ministero del nostro caro fratello Gerlando Di Falco è in perfetta armonia con ciò che i veri servi di Dio annunciano e con quello che testimonia la Sacra Scrittura, anche in questo caso si compie il passo "è Lui (Dio) che ha dato (Ef. 4:11)" poichè egli annuncia da principio di avere ricevuto un incarico da parte di Dio con voce udibile!
Dio vi benedica!


Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e in eterno.


Ebrei 13:8




-Proclamazione del Pieno Evangelo-
Predicatore: Gerlando Di Falco
Predicatore: Gerlando Di Falco

Questa opera missionaria interconfessionale ha per obiettivo il ritorno alle dottrine e alle pratiche della chiesa primitiva del tempo degli apostoli. Questa opera missionaria è indipendente nel vero senso della parola, è un opera di fede che viene svolta confidando in Dio.
La Sacra Scrittura è l’unica fonte, il fondamento perfetto e l’unica misura per la fede, la dottrina e la vita. La Sacra Scrittura è perciò la completa testimonianza di Dio, a ciò non deve essere aggiunto nulla come in un testamento. Da quest’ultima proclamazione non nascerà una denominazione ma il risultato sarà la Chiesa Sposa di Gesù Cristo che viene chiamata fuori da ovunque pronta per le nozze dell’Agnello.
Certamente non pretendiamo essere l’unica chiesa a salvare , ma crediamo essere parte dell’Ecclesia insieme a tutti coloro che sono chiamati fuori dalla Parola di Dio, non ci appelliamo a nessun uomo. Il traguardo è che il Signore stesso possa edificare e portare a compimento la Sua propria chiesa (Isaia 28:21 – Romani 9:28).
L’insegnamento della Parola di Dio e la proclamazione dell’Evangelo eterno di Gesù Cristo hanno sempre un duplice effetto: viene mostrato all’uomo d’essere perduto a causa di tutte le trasgressioni e perciò sotto il giudizio, in secondo luogo coloro che credono alla predicazione della Parola sperimentano la fede che entra nel loro cuore come la potenza di Dio per la salvezza dell’anima e il perdono completo, se qualcuno rispetta l’offerta di Dio sarà rispettato egli stesso. Solo coloro che lo accettano saranno accettati da Lui. Però dobbiamo dirlo, molte cose sono state fraintese, molte nuove dottrine sono state introdotte e il figliolo di Dio è stato disperso in svariati gruppi che si combattono gli uni con gli altri. Per favore non pensate che noi vogliamo tornare indietro di un centinaio d’anni, ma vogliamo tornare indietro di duemila anni andando a efesini 4:11 ed ecco lo scopo per il perfezionamento dei Santi.
L’ordine divino deve essere ristabilito, tutte le discussioni devono cessare, dobbiamo tornare all’Autore della Bibbia e ciò immediatamente. Solo quando siamo stati battezzati nel corpo di Cristo Egli diventa il Capo e nessun membro dice all’altro cosa deve fare.
Cari fratelli, prima che ebbe luogo la Pentecoste i veri credenti erano di pari consentimento ed allora il cielo si aperse ed ebbe luogo la discesa dello Spirito Santo. Solo dopo leggiamo circa il corpo di Cristo. La stessa cosa avrà luogo proprio adesso.
Che il Signore sia con voi e benedica il vostro ministerio nel nome di Gesù Cristo. Amen.       
 Il responsabile: f.llo Gerlando.

Rev. Ewald Frank
Rev. Ewald Frank
William Marrion Branham
William Marrion Branham